Reddito di cittadinanza e reinserimento lavorativo

pexels pixabay 210600

Il Reddito di Cittadinanza è concepito come “un sostegno economico per le persone che si trovano in difficoltà economica, sono a rischio di emarginazione nella società e nel mondo del lavoro e hanno bisogno di integrare il reddito della propria famiglia”. In particolare, il Reddito di cittadinanza prevede la sottoscrizione del Patto per il lavoro per la realizzazione di un percorso personalizzato di reinserimento lavorativo e sociale, che il beneficiario stipula con l’operatore del Centro per l’Impiego (CPI). Si tratta di un documento che include il bilancio delle competenze e l’impegno di accettare almeno una delle 3 offerte di lavoro proposte dal CPI.

Il Reddito di Cittadinanza, quindi, non vuole essere uno strumento assistenziale ma un supporto il cui fine è quello di garantire una vita dignitosa in attesa di poter essere inseriti nel mercato del lavoro.

L’obiettivo principale è rappresentato dal reinserimento lavorativo. Le varie iniziative in atto stanno portando dei risultati che, però, potranno essere sensibilmente incrementati attraverso l’aggiunta di un nuovo strumento operativo che consenta di agevolare il matching tra domanda e offerta di lavoro.

Questo nuovo strumento è rappresentato da un «eco-sistema» basato sull’integrazione di elementi esistenti e da sviluppare che consenta di:

-raccogliere dalle aziende le esigenze di reinserimento di lavoratori di cui hanno bisogno (Job Profile);

-raccogliere dai lavoratori beneficiari del reddito di cittadinanza da reinserire le informazioni relative al proprio profilo di competenze e attitudini (Skill Assessment).

La proposta progettuale – Il cosa: obiettivo

Con il progetto proposto si intende intervenire sul tema delle micro e piccole imprese non strutturate per la ricerca di lavoratori.

L’obiettivo:

Proporre alle aziende i lavoratori con le competenze e le attitudini più vicine ai propri fabbisogni, tenendo conto anche dei criteri geografici (vicinanza col potenziale posto di lavoro).

La proposta progettuale – Il come: fasi macro.

Fase 1 – rivolta alle aziende: rilevazione dei fabbisogni di profili professionali da inserire nella propria organizzazione.

Fase 2 – rivolta ai lavoratori: rilevazione di aspirazioni e competenze.

Fase 3 – gap analysis: analisi dello scostamento tra competenze possedute e competenze richieste.

Fase 4 – associazione lavoratori da reinserire-aziende: predisposizione lista lavoratori idonei.

Fase 5 – predisposizione percorsi formativi ad hoc: composizione classi finalizzata alla formazione mirata per le candidature richieste dalle aziende.

Fase 6 – individuazione percorso di incentivi per formazione e assunzione: proposta all’azienda del più vantaggioso piano di incentivi e modalità operative per la concessione.

Fase 7 – inserimento giovani in azienda: attraverso stage e altre forme di inserimento compliant con le agevolazioni ottenibili.

Fase 8 – formazione continua: manutenzione continua delle job profile e somministrazione percorsi di formazione continua per allineamento delle competenze possedute dai lavoratori impiegati.

La proposta progettuale – Il come: fasi micro.

Fase 1 – rivolta alle aziende: rilevazione dei fabbisogni di profili professionali da inserire nella propria organizzazione.

  • Predisposizione questionario e raccolta dati (web application):
  • Dati aziendali: tipologia attività, settore, dimensioni
  • Output: job profile dei candidati ricercati.

Fase 2 – rivolta ai lavoratori da reinserire: rilevazione di aspirazioni e competenze.

  • Predisposizione questionario e raccolta dati (web application):
  • cv (web application)
  • questionario per la verifica di aspirazioni e competenze (web application)
  • Output: skills dei giovani candidati

Fase 3 – gap analysis: analisi dello scostamento tra competenze possedute e competenze richieste.

  • Predisposizione gap analysis (web application):
  • Analisi di scostamento tra competenze e attitudini necessarie (job profile) e competenze e attitudini possedute (skill management)
  • questionario per l’assessment di aspirazioni e competenze (web application)
  • Output: gap analysis

Fase 4 – associazione lavoratori da reinserire-aziende: predisposizione lista lavoratori idonei.

  • Predisposizione lista dei lavoratori idonei (web application):
  • Associazione per attitudini, competenze e vicinanza geografica dei lavoratori idonei a ricoprire la posizione richiesta
  • Output: lista lavoratori per azienda

Fase 5 – predisposizione percorsi formativi ad hoc: composizione classi finalizzata alla formazione mirata per le candidature richieste dalle aziende.

  • Predisposizione delle classi di lavoratori omogenee rispetto alle posizioni da ricoprire e somministrazione di percorso formativo ad hoc con cui colmare i gap risultanti dalla gap analysis. Con percorsi formativi blended (aula tradizionale, elearning, training on the job e pratica operativa in stage).
  • Associazione per attitudini, competenze e vicinanza geografica dei lavoratori idonei a ricoprire la posizione richiesta
  • Output: lavoratori formati specificatamente per ricoprire le posizioni richieste

Fase 6 – individuazione percorso di incentivi per formazione e assunzione: proposta all’azienda del più vantaggioso piano di incentivi e modalità operative per la concessione.

  • Individuazione percorso di incentivi più appropriato rispetto alla tipologia di inserimento del lavoratore sul posto di lavoro, operata in accordo col consulente del lavoro dell’azienda.
  • Output: piano degli incentivi e modalità operative di inserimento del lavoratore

Fase 7 – reinserimento lavoratori in azienda: attraverso forme di inserimento compliant con le agevolazioni ottenibili.

  • Inserimento in azienda in considerazione del piano degli incentivi per l’inserimento del lavoratore che consenta all’azienda di avere il massimo del beneficio sia in termini di agevolazioni che di miglior percorso operativo per ridurre i tempi di inserimento e avere il lavoratore operativo sul posto di lavoro nel più breve tempo possibile.
  • Output: piano di inserimento lavorativo del lavoratore sul posto di lavoro

Fase 8 – formazione continua: manutenzione continua delle job profile e somministrazione percorsi di formazione continua per allineamento delle competenze possedute dai lavoratori reinseriti.

  • Manutenzione continua delle job profile e somministrazione di formazione mirata allo sviluppo delle migliori competenze richieste dal mercato per ricoprire il ruolo da parte del lavoratore reinserito.
  • Output: piano di formazione continua individuale

Sabrina Bocchino