In Crescita professionale

Linkedin ha realizzato un’analisi delle posizioni lavorative che hanno registrato la maggior crescita negli ultimi 5 anni. Il dato che emerge rispecchia la realtà di un mercato del lavoro in forte cambiamento e a ritmi estremamente sostenuti. In larga parte effetto del Covid-19 che ha accelerato la digitalizzazione dei processi delle organizzazioni, ridefinendo veri e propri nuovi paradigmi strutturali.

Che, tradotto in termini di nuove competenze per affrontare il processo di cambiamento in atto, significa una escalation di posizioni lavorative fino a poco tempo fa osservabili come un fenomeno in divenire ma con ritmi ben diversi dagli attuali.

Da notare che le posizioni che vedremo denotano profili di conoscenza estremamente verticali e specializzati. Ma non dimentichiamoci che le aziende hanno sempre maggiormente bisogno di persone che abbiano una forte connotazione di approccio in termini di soft skills, ritenute essenziali a prescindere dal ruolo ricoperto nell’organizzazione. Questo significa che per poter affrontare al meglio il cambiamento del mercato del lavoro in atto, occorre acquisire competenze trasversali quali la capacità di problem solving, di lavorare in team, di avere un atteggiamento imprenditoriale al lavoro. Sono competenze ormai imprescindibili che possono e devono essere acquisite e allenate attraverso degli idonei processi di formazione.

Riportiamo di seguito la pubblicazione integrale del 18 gennaio 2022 ad opera di Linkedin (alla fine della pubblicazione si noti l’elenco dei contributors Linkedin che hanno preparato il lavoro).

Sabrina Bocchino

LinkedIn Lavori in crescita 2022: le 25 professioni in ascesa in Italia

L’elenco delle professioni in ascesa realizzato da LinkedIn svela i 25 lavori in più rapida crescita negli ultimi cinque anni e i trend che stanno definendo il futuro del mercato del lavoro.

Il mondo del lavoro sta cambiando a un ritmo sempre più veloce, accelerato dai cambiamenti portati dalla pandemia da Covid-19 e da una crescente spinta tecnologica. In questi anni alcuni settori hanno vissuto dei veri e propri stravolgimenti e, allo stesso tempo, molti professionisti hanno scelto di intraprendere nuove carriere.

La classifica 2022 dei lavori in ascesa, basata su dati LinkedIn, rivela le 25 professioni in più rapida crescita negli ultimi cinque anni, in un lasso di tempo che va da gennaio 2017 a luglio 2021 (maggiori dettagli sulla metodologia sono disponibili alla fine della pagina).

In questo articolo troverai spunti e indicazioni su dove sta andando il mercato del lavoro, su dove cercare le opportunità a lungo termine e su quali competenze investire il tuo tempo.

Sotto ogni professione, troverai informazioni sulla media degli anni di esperienza richiesti prima di iniziare a lavorare in quella posizione, sui settori più rappresentati e molto altro. Ad esempio, se per te la possibilità di poter lavorare da remoto non è negoziabile, potrai conoscere la percentuale di posizioni che consentono di svolgere da remoto quel determinato lavoro. Se vuoi cambiare ambito, dai uno sguardo alle competenze necessarie per farlo e alle principali transizioni lavorative, per scoprire come approcciare al meglio questo cambiamento. Infine, puoi sfogliare le offerte di lavoro attualmente aperte per ogni professione indicata.

Che tu sia in cerca di un nuovo impiego o voglia cambiare percorso, l’obiettivo è quello di offrirti una risorsa utile per orientarsi nel mercato odierno. E, soprattutto, per comprendere dove saranno disponibili opportunità a lungo termine, consentendoti di guardare più da vicino quale sarà il futuro del lavoro che ci aspetta.

1.  Ingegnere robotico

Può essere indicato anche come Robotics engineer

Che cosa fa: Gli ingegneri robotici si occupano della progettazione, della costruzione e del collaudo di robot. | Competenze più diffuse: Robotica, Automazione dei processi, Programmazione | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Automazione industriale, Servizi finanziari | Attuale distribuzione per genere: 29% donne; 71% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 4 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Ingegnere software | Possibilità di lavorare da remoto: 5,9%

2.  Ingegnere del machine learning

Può essere indicato anche come Ingegnere dell’apprendimento automatico, Machine learning engineer

Che cosa fa: Gli ingegneri del machine learning sono professionisti del settore IT che si concentrano sulla progettazione, la realizzazione e la manutenzione di algoritmi di apprendimento automatico e sistemi di intelligenza artificiale. | Competenze più diffuse: Machine learning, Visione artificiale, Reti neurali | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Software, Semiconduttori | Attuale distribuzione per genere: 20,29% donne; 79,71% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 3,3 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Ingegnere software, Data scientist, Ingegnere dei dati | Possibilità di lavorare da remoto: 24,4%

3.  Cloud architect

Che cosa fa: I cloud architect si occupano di progettare e costruire ambienti cloud scalabili e resilienti, che si adattino il più possibile alle esigenze di business di un’impresa. | Competenze più diffuse: Cloud computing, XML, Linux | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Software, Consulenza direzionale | Attuale distribuzione per genere: 15,47% donne; 84,53% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 13,5 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Ingegnere software, Solutions architect, Cloud engineer | Possibilità di lavorare da remoto: 11,9%

4.  Ingegnere dei dati

Può essere indicato anche come Data engineer

Che cosa fa: Gli ingegneri dei dati sono responsabili dell’individuazione delle tendenze nei set di dati e dello sviluppo di algoritmi per trasformare i dati grezzi in formati di dati utili, ordinati e strutturati. | Competenze più diffuse: Hadoop, Scala, Big data | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Software, Consulenza direzionale | Attuale distribuzione per genere: 28,35% donne; 71,65% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 5,5 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Ingegnere software, Data analyst, Data scientist | Possibilità di lavorare da remoto: 71,2%

5.  Sustainability manager

Può essere indicato anche come Manager della sostenibilità

Che cosa fa: I sustainability manager supervisionano l’implementazione delle strategie di sostenibilità durante un progetto o per l’intera azienda. | Competenze più diffuse: Rendicontazione di sostenibilità, Responsabilità sociale d’impresa, Life cycle assessment | Settori più rappresentati: Consulenza direzionale, Servizi ambientali, Rinnovabili e ambiente | Attuale distribuzione per genere: 63,77 donne; 36,23% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 7,7 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Project manager, Addetto all’assistenza dei clienti, Responsabile ambiente, salute e sicurezza | Possibilità di lavorare da remoto: 4%

6.  Consulente di data management

Può essere indicato anche come Consulente della gestione dei dati

Che cosa fa: I consulenti di data management sviluppano e presentano ai loro clienti raccomandazioni riguardanti la gestione strategica dei loro dati. | Competenze più diffuse: Machine learning, ETL, Python | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Consulenza direzionale, Ricerche di mercato | Attuale distribuzione per genere: 33,13% donne; 66,88% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 5,3 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Data analyst, Data scientist, Consulente IT | Possibilità di lavorare da remoto: 6,1%

7.  Analista delle risorse umane

Può essere indicato anche come Analista HR, Human resources analyst, HR analyst

Che cosa fa: Gli HR analyst raccolgono e analizzano dati che utilizzano per formulare raccomandazioni – relative al reclutamento, alla gestione e alla retention dei talenti – in linea con le politiche e gli obiettivi dell’organizzazione per la quale stanno lavorando. | Competenze più diffuse: Sviluppo organizzativo, Recruiting, Problem solving | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Consulenza direzionale, Risorse umane | Attuale distribuzione per genere: 64,34% donne; 35,66% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 4 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: HR specialist, HR generalist, Recruiter | Possibilità di lavorare da remoto: 0%

8.  Talent acquisition specialist

Può essere indicato anche come Specialista nell’acquisizione di talenti

Che cosa fa: I talent acquisition specialist gestiscono l’intero ciclo di ricerca e reclutamento dei professionisti in azienda, prevedendo anche quali saranno le risorse necessarie all’organizzazione per le sue esigenze future. | Competenze più diffuse: Employer branding, Ricerca e selezione del personale, Interviste e colloqui | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Farmaceutica, Consulenza direzionale | Attuale distribuzione per genere: 82,50% donne; 17,50% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 4,5 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Recruiter, HR specialist, HR generalist | Possibilità di lavorare da remoto: 9,2%

9.  Software account executive

Che cosa fa: Tra le mansioni degli account executive c’è la gestione dell’intero ciclo di vendita (di software in questo caso): dalla ricerca dei clienti alla conclusione degli accordi commerciali. | Competenze più diffuse: Vendita di soluzioni, Enterprise software, Cloud computing | Settori più rappresentati: Software, Tecnologie e servizi informatici, Internet | Attuale distribuzione per genere: 39,79% donne; 60,21% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 15,2 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Account manager, Account executive, Direttore vendite | Possibilità di lavorare da remoto: 19,6%

10.  Cyber security specialist

Può essere indicato anche come Specialista di sicurezza informatica

Che cosa fa: I cyber security specialist si occupano dell’implementazione delle pratiche legate alla sicurezza informatica all’interno dei sistemi aziendali, rilevando, prevenendo e risolvendo le minacce a carico delle reti di computer e degli archivi di dati. | Competenze più diffuse: Vulnerability assessment, Network security, Information security | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Consulenza direzionale, Banche | Attuale distribuzione per genere: 24,35% donne; 75,65% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 8,4 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Ingegnere di sistema, Ingegnere software, Specialista IT | Possibilità di lavorare da remoto: 5,4%

11.  Banker

Che cosa fa: Sotto la spinta della digitalizzazione, resa ancora più veloce dalla pandemia, le banche cercano nuovi profili: non solo in ambito IT, ma anche per una gestione sempre più mirata e su misura dei patrimoni dei loro clienti. | Competenze più diffuse: Credito, Retail banking, Gestione portfolio | Settori più rappresentati: Banche, Servizi finanziari | Attuale distribuzione per genere: 48,87% donne; 51,13% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 6,1 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Avvocato, Consulente finanziario, Venditore | Possibilità di lavorare da remoto: 2,9%

12.  Data scientist

Può essere indicato anche come Scienziato dei dati

Che cosa fa: I data scientist si occupano dello sviluppo di modelli e strategie di gestione dei Big Data con l’obiettivo di trarne informazioni rilevanti per il business aziendale. | Competenze più diffuse: Machine learning, Python, Data mining | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Software, Consulenza direzionale | Attuale distribuzione per genere: 36,00% donne; 64,00% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 3,8 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Ingegnere software, Business analyst, Statistico | Possibilità di lavorare da remoto: 23,7%

13.  Sviluppatore back-end

Può essere indicato anche come Back-end developer

Che cosa fa: Gli sviluppatori back-end sono programmatori specializzati nella codifica lato server, ovvero di ciò che opera dietro le quinte di una pagina web. | Competenze più diffuse: Git, Framework Spring, JavaScript | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Software, Internet | Attuale distribuzione per genere: 19,98% donne; 80,02% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 6,1 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Ingegnere software, Ingegnere full stack, Sviluppatore web | Possibilità di lavorare da remoto: 41,6%

14.  Product manager

Può essere indicato anche come Responsabile del prodotto

Che cosa fa: I product manager sono responsabili di un prodotto lungo tutto il suo ciclo di vita: dal brand al packaging (se in formato fisico)  al costo, fino alla sua collocazione sul mercato. | Competenze più diffuse: Agile project management, Scrum, Gestione prodotti | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Software, Servizi finanziari | Attuale distribuzione per genere: 35,91% donne; 64,09% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 10,9 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Project manager, Business analyst, Ingegnere software | Possibilità di lavorare da remoto: 13,9%

15.  Clinic manager

Che cosa fa: I clinic manager sono responsabili, tra le altre cose, della supervisione di tutte le operazioni quotidiane all’interno di strutture ambulatoriali o mediche. | Competenze più diffuse: Gestione vendite, Assistenza sanitaria, Business plan | Settori più rappresentati: Salute, benessere e fitness, Medicina, Farmaceutica | Attuale distribuzione per genere: 54.55% donne; 45,45% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 10,5 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Responsabile di negozio, Consulente di vendita, Responsabile vendite | Possibilità di lavorare da remoto: 0%

16.  Consulente di vendita al dettaglio

Può essere indicato anche come Retail sales consultant

Che cosa fa: I consulenti di vendita al dettaglio possono essere trovati in ogni settore e si occupano di aiutare i clienti a trovare i prodotti e i servizi più adatti alle loro esigenze. | Competenze più diffuse: SQL, Cloud computing, Problem solving | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Software, Internet | Attuale distribuzione per genere: 39,89% donne; 60,11% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 9,6 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Account manager, Project manager, Venditore | Possibilità di lavorare da remoto: 7,1%

17.  Business developer

Può essere indicato anche come Addetto allo sviluppo aziendale

Che cosa fa: Il business developer individua nuovi mercati dove espandere la presenza dell’azienda, contattando i potenziali clienti e sviluppando offerte che soddisfino i loro bisogni. | Competenze più diffuse: Gestione vendite, Strategia di marketing, Negoziazione | Settori più rappresentati: Software, Tecnologie e servizi informatici, Internet | Attuale distribuzione per genere: 47,03% donne; 52,97% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 7,4 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Venditore, Account manager, Specialista dello sviluppo aziendale | Possibilità di lavorare da remoto: 22,7%

18.  Client manager

Che cosa fa: Compito del client manager è migliorare l’esperienza del cliente e rafforzare il suo rapporto con l’azienda. | Competenze più diffuse: Business plan, Strategia di marketing, Gestione del rischio  | Settori più rappresentati: Marketing e pubblicità, Tecnologie e servizi informatici, Internet | Attuale distribuzione per genere: 56,09% donne; 43,91% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 10 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Project manager, Specialista di soluzioni aziendali, Venditore | Possibilità di lavorare da remoto: 8,3%

19.  Gestore degli investimenti

Può essere indicato anche come Investment manager

Che cosa fa: Il gestore degli investimenti fornisce informazioni e consulenza finanziaria, massimizzando il rendimento del portafoglio di privati e aziende. | Competenze più diffuse: Private equity, Business plan, Finanza d’impresa | Settori più rappresentati: Servizi finanziari, Venture capital e Private equity, Banche | Attuale distribuzione per genere: 32,80% donne; 67,20% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 7,6 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Gestore del portfolio, Analista finanziario, Consulente finanziario | Possibilità di lavorare da remoto: 1,6%

20.  Ingegnere full stack

Può essere indicato anche come Full stack engineer

Che cosa fa: L’ingegnere full stack è coinvolto in tutte le aree dello sviluppo del software, dalla progettazione ai test fino all’implementazione. | Competenze più diffuse: JavaScript, jQuery, Git | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Software, Internet | Attuale distribuzione per genere: 19,9% donne; 80,1% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 7,1 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Ingegnere software, Sviluppatore web, Sviluppatore front-end | Possibilità di lavorare da remoto: 37,1%

21.  Infrastructure architect

Che cosa fa: L’infrastructure architect si occupa di progettare e implementare sistemi informatici a supporto delle infrastrutture aziendali. | Competenze più diffuse: Cloud computing, Virtualizzazione, Linux | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Utilities, Software | Attuale distribuzione per genere: 24,93% donne; 75,07% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 12,6 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Ingegnere di sistema, Amministratore di sistema, Ingegnere software | Possibilità di lavorare da remoto: 5,8%

22.  Payroll specialist

Può essere indicato anche come Specialista buste paga

Che cosa fa: Il payroll specialist gestisce tutti gli aspetti del processo di consegna delle buste paga, dalla conta delle ore lavorate al versamento del denaro. | Competenze più diffuse: Risorse umane, ADP Payroll, Diritto del lavoro | Settori più rappresentati: Risorse umane, consulenza gestionale | Attuale distribuzione per genere: 77,69% donne; 22,31% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 9,7 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: specialista delle risorse umane, assistente amministrativo | Possibilità di lavorare da remoto: 2%

23.  Sviluppatore front-end

Può essere indicato anche come Front-end developer

Che cosa fa: Lo sviluppatore front-end è il programmatore specializzato nell’interfaccia utente, un ruolo che richiede equilibrio tra estetica e funzionalità. | Competenze più diffuse: SASS, Bootstrap, Git | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici, Software, Internet | Attuale distribuzione per genere: 29,73% donne; 70,27% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 7,2 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Sviluppatore web, Ingegnere software, Ingegnere full-stack | Possibilità di lavorare da remoto: 48,5%

24.  Consulente ERP (Enterprise Resources Planning)

Può essere indicato anche come Consulente di pianificazione delle risorse aziendali

Che cosa fa: Il consulente ERP si occupa di implementare e far funzionare il software gestionale che integra i più importanti processi di business e le funzioni aziendali. | Competenze più diffuse: SQL, Business intelligence, Processi aziendali | Settori più rappresentati: tecnologie e servizi informatici, software | Attuale distribuzione per genere: 38,16% donne; 61,84% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 9,6 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: Analista di business, Consulente informatico, Ingegnere software | Possibilità di lavorare da remoto: 6,3%

25.  Addetto all’assistenza dei clienti

Può essere indicato anche come Addetto al servizio clienti, Addetto al customer service

Che cosa fa: L’addetto all’assistenza clienti interagisce col pubblico gestendo i reclami, elaborando gli ordini e fornendo informazioni in merito a prodotti e servizi. | Competenze più diffuse: Back office, Problem solving, Negoziazione | Settori più rappresentati: Tecnologie e servizi informatici | Attuale distribuzione per genere: 63,08% donne; 36,92% uomini | Anni medi di esperienza prima di assumere il ruolo: 6 | Ruoli principali ricoperti in precedenza: venditore, cassiere, recruiter | Possibilità di lavorare da remoto: 0%

_______________________________________________________________________

Metodologia

Il team di ricerca del LinkedIn Economic Graph ha esaminato milioni di posizioni lavorative che gli utenti LinkedIn hanno iniziato a ricoprire dall’1 gennaio 2017 al 31 luglio 2021, per calcolare il tasso di crescita di ogni professione. I lavori che sono rientrati nella classifica hanno registrato una sostanziosa crescita tra tutti i nostri utenti e sono aumentate notevolmente entro il 2021. Le posizioni con diversi livelli di anzianità che risultavano identiche sono state raggruppate e classificate insieme. Sono stati esclusi in ogni Paese gli stage, le esperienze di volontariato, i ruoli temporanei e quelli per studenti, nonché le posizioni in cui le assunzioni erano relative a un numero esiguo di aziende. 

Informazioni sui dati  

I dati aggiuntivi per ogni lavoro sono basati sui profili LinkedIn di utenti che hanno ricoperto la qualifica e/o sulle posizioni aperte per tale qualifica nel Paese. I dati sulle offerte di lavoro a distanza sono basati sulle offerte pubblicate da ottobre 2020 a ottobre 2021 e contrassegnate come “a distanza” dall’autore dell’offerta o contenenti parole chiave simili. I dati sulle competenze sono stati ricavati dalle competenze principali che contraddistinguono ogni qualifica tra gli utenti che l’hanno avuta su LinkedIn. Gli anni di esperienza sono stati calcolati facendo la media degli anni di esperienza lavorativa degli utenti assunti entro il periodo di tempo indicato nella metodologia prima di ricoprire la qualifica considerata. I principali settori sono basati sul settore delle aziende che hanno assunto il maggior numero di utenti per ogni lavoro dall’1 gennaio 2021 al 31 luglio 2021. La distribuzione percentuale di genere è stata ottenuta calcolando il numero di utenti per genere identificato attualmente in ogni posizione lavorativa (purché fossero presenti dati significativi sul genere), su una percentuale degli utenti totali di genere noto per ogni occupazione. Le transizioni più comuni sono state identificate dalla percentuale di transizioni da un’altra occupazione alla posizione lavorativa considerata. Sono stati esclusi gli stage, le esperienze di volontariato, i ruoli temporanei e quelli per studenti, e le qualifiche con diversi livelli di anzianità che risultavano identiche sono state raggruppate.

_______________________________________________________________________

Autori: Michele Pierri e Marco Valsecchi

Caporedattrice: Tiffany Blandin

Metodologia e dati: Carl ShanAlejandra Budar e Danielle Kavanagh-Smith

EMEA&LATAM Product and Engagement Senior Editor: Matthias Bergleiter

EMEA&LATAM Special Project Editor: Michele Pierri

EMEA&LATAM Director, Senior Managing Editor: Sandrine Chauvin

Global project editors: Juliette Faraut e Ashley Peterson

Global Project Senior Managing Editor: Laura Lorenzetti

Executive Editor and VP: Dan Roth

0
Come scrivere un buon CV qualche consiglio su come conquistare i selezionatoriSchermata 2022 02 12 alle 12.08.32