Inserimento lavorativo mirato dei giovani

pexels pixabay 326569

La situazione del mercato del lavoro oggi

I giovani si formano con percorsi di studi e di formazione professionale scelti in base solo alle proprie legittime aspirazioni senza, però, conoscere i reali fabbisogni del mercato del lavoro in ordine alle professioni con maggiore sbocco lavorativo. Studio e mi formo per quello che mi piace ma non so se, una volta formato, troverò aziende che hanno bisogno delle mie competenze.

Le aziende hanno la necessità di ricoprire posizioni lavorative con giovani che abbiano le competenze necessarie per farlo ma non trovano persone che rispondano a tali requisiti di fabbisogno.

Il risultato:

molti giovani non trovano aziende disposte ad assumerli poiché hanno competenze non allineate con i fabbisogni;

molte aziende non trovano giovani da assumere poiché non hanno competenze compatibili con le proprie esigenze.

 

L’offerta di formazione pubblica e privata è:

enorme così come lo è la spesa necessaria per sostenerla (fondi pubblici e risorse delle famiglie dei giovani corsisti);

intermediata da operatori concentrati sul prodotto da offrire (corsi) e non sui reali fabbisogni del mercato del lavoro.

Gli incentivi per l’assunzione di giovani sono ingenti  ma le aziende, nella maggior parte dei casi, si trovano nella condizione di formare nuovamente e in maniera mirata i giovani che hanno una formazione non adeguata ai reali fabbisogni.

Il risultato:

dispersione di ingenti risorse pubbliche;

Sostenimento di  ulteriori oneri per la formazione a carico delle aziende;

-Enorme delay tra assunzione e momento in cui avere persone in grado di ricoprire i ruoli necessari.

Le domande:

perché i giovani che cercano lavoro spesso non lo trovano?

Perché le aziende che hanno bisogno di giovani da assumere non li trovano?

Le risposte:

-Non ostante i molteplici osservatori sul mercato del lavoro, non si fa una sistematica attività di orientamento per i giovani (quali sono e saranno le competenze più richieste? Quali competenze ti daranno le maggiori chances di trovare lavoro?);

Le indagini sul mercato del lavoro e i dati statistici raccolti sono a carattere generale;

-Solo le grandi aziende sono strutturate per la ricerca di lavoratori e la formazione. Il mercato delle aziende in Italia, però, è rappresentato da un tessuto di imprese di dimensioni micro e piccole: 4 milioni di aziende che sviluppano un fatturato complessivo pari a 2 mila miliardi di euro con 16 milioni di occupati. Queste aziende non sono strutturate per la ricerca di lavoratori.

La proposta progettuale – Il cosa: obiettivo

Con il progetto proposto si intende intervenire sul tema delle micro e piccole imprese non strutturate per la ricerca di lavoratori.

L’obiettivo:

Proporre alle aziende i giovani con le competenze e le attitudini più vicine ai propri fabbisogni, tenendo conto anche di criteri geografici (vicinanza col potenziale posto di lavoro).

La proposta progettuale – Il come: fasi macro.

Fase 1 – rivolta alle aziende: rilevazione dei fabbisogni di profili professionali da inserire nella propria organizzazione.

Fase 2 – rivolta ai giovani: rilevazione di aspirazioni e competenze.

Fase 3 – gap analysis: analisi dello scostamento tra competenze possedute e competenze richieste.

Fase 4 – associazione candidati-aziende: predisposizione lista candidati idonei.

Fase 5 – predisposizione percorsi formativi ad hoc: composizione classi finalizzata alla formazione mirata per le candidature richieste dalle aziende.

La proposta progettuale – Il come: fasi macro.

Fase 6 – individuazione percorso di incentivi per formazione e assunzione: proposta all’azienda del più vantaggioso piano di incentivi e modalità operative per la concessione.

Fase 7 – inserimento giovani in azienda: attraverso stage e altre forme di inserimento compliant con le agevolazioni ottenibili.

Fase 8 – formazione continua: manutenzione continua delle job profile e somministrazione percorsi di formazione continua per allineamento delle competenze possedute dai giovani al lavoro.

La proposta progettuale – Il come: fasi micro – Fase 1.

Fase 1 – rivolta alle aziende: rilevazione dei fabbisogni di profili professionali da inserire nella propria organizzazione.

  • Predisposizione questionario e raccolta dati (web application):
  • Dati aziendali: tipologia attività, settore, dimensioni
  • Output: job profile dei candidati ricercati.

La proposta progettuale – Il come: fasi micro – Fase 2.

Fase 2 – rivolta ai giovani: rilevazione di aspirazioni e competenze.

  • Predisposizione questionario e raccolta dati (web application):
  • cv (web application)
  • questionario per la verifica di aspirazioni e competenze (web application)
  • Output: skills dei giovani candidati

La proposta progettuale – Il come: fasi micro – Fase 3.

Fase 3 – gap analysis: analisi dello scostamento tra competenze possedute e competenze richieste.

  • Predisposizione gap analysis (web application):
  • Analisi di scostamento tra competenze e attitudini necessarie (job profile) e competenze e attitudini possedute (skill management)
  • questionario per la verifica di aspirazioni e competenze (web application)
  • Output: gap analysis

La proposta progettuale – Il come: fasi micro – Fase 4.

Fase 4 – associazione candidati-aziende: predisposizione lista candidati idonei.

  • Predisposizione lista dei candidati idonei (web application):
  • Associazione per attitudini, competenze e vicinanza geografica dei candidati idonei a ricoprire la posizione richiesta
  • Output: lista candidati per azienda

La proposta progettuale – Il come: fasi micro – Fase 5.

Fase 5 – predisposizione percorsi formativi ad hoc: composizione classi finalizzata alla formazione mirata per le candidature richieste dalle aziende.

  • Predisposizione delle classi di candidati omogenee rispetto alle posizioni da ricoprire e somministrazione di percorso formativo ad hoc con cui colmare i gap risultanti dalla gap analysis. Con percorsi formativi blended (teoria e pratica operativa in stage) e blended per la somministrazione della parte teorica (aula tradizionale e elearning).
  • Associazione per attitudini, competenze e vicinanza geografica dei candidati idonei a ricoprire la posizione richiesta
  • Output: candidati formati per ricoprire le posizioni richieste

La proposta progettuale – Il come: fasi micro – Fase 6.

Fase 6 – individuazione percorso di incentivi per formazione e assunzione: proposta all’azienda del più vantaggioso piano di incentivi e modalità operative per la concessione.

  • Individuazione percorso di incentivi più appropriato rispetto alla tipologia di inserimento del candidato nel posto di lavoro, operata in accordo col consulente del lavoro dell’azienda.
  • Output: piano degli incentivi e modalità operative di inserimento del candidato

La proposta progettuale – Il come: fasi micro – Fase 7.

Fase 7 – inserimento giovani in azienda: attraverso stage e altre forme di inserimento compliant con le agevolazioni ottenibili.

  • Inserimento in azienda a partire dalle modalità di stage e in considerazione del piano degli incentivi per l’inserimento del candidato che consenta all’azienda di avere il massimo del beneficio sia in termini di agevolazioni che di miglior percorso operativo per ridurre i tempi di inserimento e avere il candidato operativo sul posto di lavoro.
  • Output: piano di inserimento lavorativo del candidato sul posto di lavoro

La proposta progettuale – Il come: fasi micro – Fase 8.

Fase 8 – formazione continua: manutenzione continua delle job profile e somministrazione percorsi di formazione continua per allineamento delle competenze possedute dai giovani al lavoro.

  • Manutenzione continua delle job profile e somministrazione di formazione mirata allo sviluppo delle migliori competenze richieste dal mercato per ricoprire il ruolo da parte del giovane al lavoro
  • Output: piano di formazione continua individuale

Schermata 2021 09 23 alle 19.38.56

Schermata 2021 09 23 alle 19.40.48

Schermata 2021 09 23 alle 19.41.06

La proposta progettuale – La sperimentazione

Per verificare la risposta delle aziende e dei candidati si opera come segue:

1.Definizione del perimetro di competenza: Amministrazione, Finanza e Controllo

2.Coinvolgimento delle aziende iscritte a ADECCO mediante:

1.Iniziativa di comunicazione mirata;

2.Somministrazione di questionario per job profile;

3.Richiesta posti di lavoro disponibili nel perimetro.

3.Coinvolgimento dei giovani candidati:

1.Iniziativa di comunicazione mirata (campagna mktg);

2.Somministrazione questionario raccolta aspirazioni e competenze.

4.Matching aziende-candidati;

5.Predisposizione classi

6.Formazione mirata e stage

7.Analisi incentivi

8.Piani di inserimento al lavoro

Schermata 2021 09 23 alle 19.46.50

Schermata 2021 09 23 alle 19.47.42

Schermata 2021 09 23 alle 19.50.29

Schermata 2021 09 23 alle 19.51.28

Schermata 2021 09 23 alle 19.58.18

Sabrina Bocchino